VI Edizione: Grimaldi


Si inaugura giovedì 9 agosto 2012 – ore 18,30, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Grimaldi la sesta edizione della rassegna Tornare@Itaca, ideata da Mimma Pasqua con la collaborazione di VertigoArte e Proloco Grimaldi.

Quest’anno è dedicata ad un ideale viaggio alla ricerca degli artisti emergenti negli ultimi trent’anni, partendo dalla Calabria per arrivare in Lombardia.

Come negli anni precedenti inizia a Grimaldi dove tutto è nato, giovedì 9 agosto – ore 18,30, presso la Sala Consiliare del Comune. La destinazione successiva è Cosenza, al Museo Provinciale delle Arti e dei Mestieri nel centro storico della città bruzia.

Questa presa d’atto dell’arte italiana nell’ultimo trentennio nasce dalla constatazione che spesso artisti, validi ed interessanti per la loro ricerca, non hanno avuto la possibilità di arrivare alla ribalta della scena artistica per motivi legati alle logiche di mercato o perché penalizzati dalla marginalità della posizione geografica.

Come preannunciato nell’edizione dello scorso anno per il centocinquantesimo dell’Unità d’Italia, che ha registrato la partecipazione di centocinquanta artisti provenienti da tutta Italia, si terrà la conferenza dedicata a Carlo Mileti, nato a Grimaldi e importante esponente dei moti risorgimentali calabresi insieme allo zio Pietro e per l’occasione sarà distribuito un fascicolo sulla vita e l’opera del patriota, sabato 11 agosto 2012 – ore 18.30, presso la Sala Consiliare del Comune. In seguito sarà apposta una targa ricordo sulla sua casa natale e una via del paese verrà intitolata a Carlo e Pietro Mileti a cura del Comune dei Grimaldi.
 

Tornare@Itaca si concluderà sabato 8 settembre – ore 18,30 presso l’Auditorium Madre Teresa di Calcutta, con il recital sull’emigrazione Per terra e per mare, dedicato ai grimaldesi che fluirono in gran numero verso il Canada, già agli inizi del novecento per opera del cavaliere Veltri. Il recital sarà a cura del Gruppottanta, importante associazione teatrale, con la regia di Ennio Scalercio.

Mimma Pasqua